domenica 14 ottobre 2012

Giù per la scesa di Monte del Lago



Ancora una giornata di pioggia, ci fermiamo a Monte del Lago. Lasciamo l'automobile nel parcheggio del paese e percorriamo via della Strage. Giunti al limite dell'abitato, imbocchiamo la scesa che porta al lago.

Scesa che non ha più nulla del vecchio sentiero usato dai pescatori, i recenti lavori l'hanno trasformata in una bella scala a gradoni in pietra serena. Circa cento metri e siamo alla pista ciclabile.



Continuiamo a sinistra per un breve tratto e, tra la vegetazione, scorgiamo il viottolo per il lago.

Troviamo tre barche, tutte in buono stato, e tutte rivestire in vetroresina. Devono averle tirate in secco da diverse settimane, sembrano aspettare che il livello dell'acqua torni a crescere. Dubitiamo che siano usate da pescatori professionisti: non c'è traccia di remi o reti.

La pioggia si fa fitta, dobbiamo risalire verso il paese.

[E. F.]




Visualizza Associazione Arbit in una mappa di dimensioni maggiori

3 commenti:

  1. senza cadere dalle scale

    RispondiElimina
  2. da notare la particolare attenzione alla protezione dei pali di ormeggio e dei caviglioni utilizzando vecchie bottiglie di plastica.

    RispondiElimina
  3. e si possono usare anche come sassola...

    RispondiElimina