mercoledì 25 gennaio 2012

Il barchino in legno del Trasimeno



Il barchino è stato costruito in legno di pino negli anni '60 del secolo scorso.

L'uscio, la parte centrale del fondo, è formato da tavole longitudinali di pino rinforzate da due traverse in quercia: i dragoni. Un terzo dragone fu rimosso ma è ancora possibile individuare dov'era fissato.



Verso il becco (la prua) e verso il culaccio (la poppa) le tavole del fondo sono posizionate in senso trasversale e fissate da due dragoni longitudinali; solo queste tavole trasversali sporgono fin sotto le fiancate, come si può vedere nella foto sotto a destra.



Sul fondo della barca sono fissati anche i peducci (le ordinate) in legno di olivo. I peducci contribuiscono a determinare la curvatura e l'inclinazione delle fiancate.



Le tavole che formano le fiancate sono unite con graffe di ferro.




A prua (il becco) la barca termina a punta. A collegare le fiancate vi sono due tavole, quella che forma il becco e una seconda tavola più in basso che funge da mensola o sedile.




A poppa l'imbarcazione è tronca e termina con il culaccio.



Le tavole che formano lo specchio di poppa sono tenute insieme da una graffa di ferro.
Per far spazio al motore, la tavola di poppa che fungeva da panca fu sostituita da due mezzelune.



La barca negli anni '80 fu ricoperta in vetroresina ma fortunatamente non furono tolti i peducci e le traverse.

Di recente, dopo la rimozione del cappotto di vetroresina, si è deciso di optare per un restauro conservativo.
Le parti deteriorate sono state sostituite con inserti visibili dello stesso legno.
Come stucco è stata utilizzata una resina epossidica addensata.
Il legno è stato trattato con resina epossidica e flatting trasparente.
Intervenendo nella poppa si è preferito non ricostruire la tavola di poppa (tavla del culaccio) ma lasciare le due mezzelune, per ricordare l'uso della barca con il motore fuoribordo.

Non sono ancora stati ripristinati i caviglioni (le scalmiere).

Lago Trasimeno
Uso caccia, pesca
Anno di costruzione anni '60
Materiali di costruzione dello scafo legno di pino
Colore legno scuro
Lunghezza fuori tutto cm. 415
Lunghezza al galleggiamento cm. 325
Larghezza della prua cm. 13
Larghezza al centro cm. 105
Larghezza del fondo al centro cm. 100
Larghezza della poppa cm. 87
Lunghezza tavola di prua cm. 40
Lunghezza tavola di poppa cm. 28 (2 mezzelune)
Lunghezza seconda tavola di prua cm. 38
Altezza a prua cm. 53
Altezza al centro cm. 41
Altezza a poppa cm. 45
Numero delle ordinate 2
Spessore delle ordinate circa cm. 5

Distanza tra le ordinate cm. 115
Materiale delle ordinate legno di olivo
Numero dei dragoni (traverse) 3 trasversali (di cui uno rimosso) e 2 longitudinali
Materiale delle traverse quercia
Rinforzi in ferro 2 lungitudinli a prua e 2 lungitudinali a poppa

[E. F.]

7 commenti:

  1. un bell'esempio di barchino in legno navigante!

    RispondiElimina
  2. sarà anche navigante ma dalle foto non si direbbe

    RispondiElimina
  3. confermo navigante e navigato
    provato!

    RispondiElimina
  4. el se Guido che ne facemo de sto barchino? A Marzo ce gimo a fioginà pei paduli; ora bisogna trovà el carburo per lumà.
    Remo.

    RispondiElimina
  5. Remo...a trovà el carburo sarebbe bono anche per lumà i lepri?

    RispondiElimina
  6. davvero bello ma è visibile?

    RispondiElimina
  7. È quella da Guido

    RispondiElimina