lunedì 18 novembre 2013

Storia triste poi felice d'un sandoletto veneziano

Venezia. È iniziato sabato 16 novembre il restauro in pubblico di un piccolo sandolo in legno. Una barca tradizionale veneziana con una storia particolare.



A Venezia, nel sestiere di Santa Croce era ormeggiato, di fronte alla chiesa di San Giacomo da l’Orio, un piccolo sandolo. La barca era la gioia dei due piccoli proprietari e dei loro genitori. Purtroppo però un giorno il sandoletto iniziò ad essere inspiegabilmente danneggiato da ignoti vandali.

I proprietari, dopo aver coinvolto anche le autorità, stavano per decidere di rinunciare a mantenere la barca che ormai era considerevolmente danneggiata e veniva quotidianamente imbrattata da rifiuti, quando conobbero i soci del Caicio. E cambiarono idea.




Assieme all’associazione i proprietari hanno infatti deciso di recuperare la barca e di avviare un progetto di sensibilizzazione sul patrimonio di imbarcazioni tradizionali veneziane, in particolare rivolto ai più giovani.

Il restauro aperto al pubblico del sandoletto tristissimo sarà un momento di aggregazione e il Caicio assieme all’ICI - Istituto culturale internazionale  (che mette gentilmente a disposizione gli spazi per l’impresa) sarà un'occasione per fare un percorso attraverso la millenaria cultura marinaresca tradizionale veneziana con una stimolante esperienza di condivisione di un bene culturale tradizionale e del suo mantenimento quotidiano.



I bambini, le scolaresche, tutta la comunità locale e i curiosi potranno seguire le fasi del restauro ed essere i protagonisti del suo ripristino.

Una volta restaurato, il sandoletto rimarrà disposizione della comunità: le persone che hanno partecipato ai lavori di restauro e gli abitanti del quartiere potranno utilizzarlo.

ICI inoltre ha organizzato una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Kissbank per assicurare un periodo di manutenzione della barca e per realizzare le principali iniziative didattiche con i più piccoli.



I lavori sono già a buon punto! I partecipanti possono scegliere di contribuire con una donazione a favore del progetto e provare l’esperienza di navigare accompagnati per Venezia con la barca restaurata!

Sei pronto a salire a bordo?

Le associazioni:

5 commenti:

  1. la cifra è stata quasi raggiunta, mancano 10 euri

    RispondiElimina
  2. Sono davvero bravi

    RispondiElimina
  3. Un esempio da seguire, lo dico al perito che se vuole capirà

    RispondiElimina
  4. il traguardo è stato già raggiunto, un grazie ai donatori e un grande granzie ai restauratori

    RispondiElimina