giovedì 2 giugno 2011

Lo sbarco della Serena o sbarco Perella



Complice una visita alla cantina Madrevite, siamo scesi al vicino lago di Chiusi.

Lo sbarco si trova a circa due chilometri da Vaiano, poco oltre un edificio abbandonato che un tempo ospitava il ristorante la Serena.

Ci sono una quindicina di imbarcazioni, alcune tirate in secca tra i pioppi.



Qualche dettaglio. Nella foto sopra a sinistra si vede il diverso andamento della poppa: nella barca tradizionale del lago di Chiusi scende curvando verso l'acqua; nella barca del Trasimeno è tagliata di netto.
Nella foto di destra è evidente l'angolo che si forma tra il fondo e lo specchio di poppa nell'imbarcazione umbra.




Pochi metri oltre, ci imbattiamo in una barca in legno che ha perso parte della vernice. Vediamo chiaramente la posizione delle tavole sul fondo. Nella parte centrale (il fondo reale, al Trasimeno chiamato uscio) le tavole sono distribuite in modo longitudinale; verso poppa e verso prua, invece, sono distribuite in senso trasversale.



Nel fondo ci sono tre traverse di rinforzo (al Trasimeno chiamati dragoni) e due rampini in ferro ad U che irrobustiscono la struttura.


Visualizza Associazione Arbit in una mappa di dimensioni maggiori

1 commento:

  1. Nicola Sbrilli2 maggio 2012 14:54

    Qui aveva ormeggiata la sua barca mio nonno...

    RispondiElimina